Translation:Storyline Final/it

From UFO:AI

Sequenze

"Introduzione"

[intro_sentence1] È l'anno 2084. La Terra, un posto raramente pacifico, gode un periodo di relativa calma. I violenti inizi del 21esimo secolo sono molto lontani adesso; ricordi lontani, ma non così lontani da essere dimenticati. Per la maggior parte degli abitanti della Terra, la Seconda Guerra Fredda è un'ombra oscura del passato, come le Guerre Mondiali lo furono per i bambini del tardo 20esimo.

[intro_sentence2] I conflitti sono diventati sempre più rari verso la fine del secolo man mano che le nuove tecnologie e la cure mediche diventarono disponibili al terzo mondo. Anche i focolai del terrorismo si erano raffreddati al sorgere della Seconda Guerra Fredda, con i suoi orrori e le sue atrocità ancora fresche nelle menti della gente, dai vecchi Stati Uniti al devastato subcontinente Indiano. Lotte di classe stanno entrando nel campo di battaglia politico adesso che ogni nazione ha un'equa rappresentanza nelle UN, e lo standard di vita globale è in lenta crescita anche nei più impoveriti angoli del pianeta. Le nazioni si sono solidificate, stabilizzandosi attorno alle ristrutturate Nazioni Unite che garantisce con successo per i governi planetari. Gruppi frammentari di nazioni più piccole, spaventate all'inizio dai vasti blocchi di potere che si accumulavano attorno alla Cina e all'Unione Europea, si sono uniti indipendentemente in potenti leghe politiche -- e poi fuse insieme per tenere lontano vicini che non potrebbero combattere. Per la prima volta nella storia del genere umano, c'è legge e ordine in più di tre quarti del mondo.

[intro_sentence3] A molta gente sulla Terra, sembrava che le cose stessero andando molto bene.

[intro_sentence4] Il primo attacco colpisce la città di Mumbai il 3 Maggio 2084. Sei piccoli UFO spuntano fuori dal nulla e scendono giù dall'orbita, silenziosamente, invisibili alle vaste installazioni radar che coprono i cieli di Mumbai, e appostati sulla singola città più densamente popolata della Terra. Non danno avvisi o spiegazioni. Ventimila civili innocenti e tre battaglioni di truppe d'élite vengono massacrati in dodici brutali ore prima che le truppe ammassate del Commonwealth riescano a portare l'avanzata aliena ad uno stallo. Allora, improvvisamente come erano apparsi, gli alieni si ritirarono nel loro velivolo e svanirono di nuovo in orbita, lasciando solo le devastate vie di Mumbai come prova del misfatto.

[intro_sentence5] Una riunione di emergenza delle Nazioni Unite non è arrivata a nessuna decisione conclusiva. Le incursioni continuano più veloci, grandi e selvagge di prima, questa volta a Bonn, Johannesburg e Bangkok. Alcune nazioni hanno provato un contatto diplomatico, inviando messaggi in un migliaio di linguaggi diversi agli alieni mentre devastavano il territorio nazionale. Le loro parole sono ignorate. Nel giro di poche ore, tutte e tre le città sono svuotate da segni di vita umana. L'attacco è finito prima che i militari possano unire abbastanza forze per contrattaccare. Gli alieni non lasciano niente dietro di sè oltre al sangue e al cemento. Tutti gli UFO scompaiono senza lasciare tracce -- ma nessuno dubita che torneranno.

[intro_sentence6] Ottantasette ore dopo l'attacco iniziale su Mumbai, la Terra dichiara guerra. Per due settimane, ogni esercito dell'umanità prova a difendersi dai misteriosi nemici alieni al meglio delle proprie capacità. Ottengono pochi ma preziosi successi.

[intro_sentence7] Lasciate con una sola alternativa, le Nazioni unite intervengono. L'antico equipaggiamento è impolverato, una parte di esso vecchio più di un secolo, e la vecchia agenzia anti-extraterrestri dei primi Stati Uniti -- PHALANX -- viene fatta risorgere sotto il nuovo vessillo delle Nazioni Unite. È un dovere innegabile combattere la minaccia aliena, e assicurare la sopravvivenza della razza umana a tutti i costi.

[intro_sentence8] Fondata da tutti e sette i poteri politici, e richiamando i suoi soldati dalle elite degli eserciti nazionali, PHALANX è il meglio del meglio. È la prima e ultima linea di difesa della Terra. Non può permettersi di fallire; perché se fallisce, l'umanità non ha speranze.

(See intro for translations.)


"Prime istruzioni"

[prolog_sentence1] A: Comandante della Base, PHALANX, Comando delle Operazioni Atlantiche

[prolog_sentence2] DA: Gen. Mahouf Serra, Nazioni Unite, New York

[prolog_sentence3] DATA: 21 Marzo 2084

[prolog_sentence4] OGG: Buona Fortuna

[prolog_sentence5] Benvenuto nel suo nuovo incarico, Comandante. Le è stato affidato il comando dell'Unità di Risposta Extraterrestre PHALANX. La sua missione è quella di proteggere i cittadini della Terra, e fermare la minaccia aliena a tutti i costi. In qualunque modo intenda agire, sappia che il fallimento non è una possibilità.

[prolog_sentence6] Il suo primo ordine di servizio è di installare il Quartier Generale. Le Nazioni Unite hanno basi dislocate in tutto il globo, può scegliere qualsiasi paese come base per le sue operazioni. Scelga la posizione saggiamente, perché avrà grande influenza sul successo del progetto PHALANX.

[prolog_sentence7] Una recente analisi degli attacchi su Mumbai e Bonn hanno rivelato che in quel periodo gli avvistamenti alieni erano aumentati nelle regioni più popolate della Terra, includendo le parti centrali dell'America, dell'Europa, dell'Asia, dell'Africa e dell'Australia. Le consigliamo di aumentare il suo campo d'azione includendo questi territori.

[prolog_sentence8] Una volta stabilita la prima base, è necessario preparare i soldati. Le reclute trasferite al PHALANX devono essere riassegnate al suo velivolo, e poi equipaggiate per la battaglia.

[prolog_sentence9] Si prenda cura di loro, Comandante. Tutti noi contiamo su di lei, e preghiamo per lei.

[prolog_sentence10] Questo è tutto, Comandante. Buona fortuna e buona caccia.

(See prologue for translations.)

Articoli UFOpedia

"Situazione Politica Prima dell'Invasione"

Nel 2084 la Terra ha un aspetto migliore del secolo precedente. Forse per la prima volta, la pace e la cooperazione sono la norma piuttosto che l'eccezione. Lo stato attuale delle cose, comunque, si può solo spiegare con la brutale storia del ventunesimo secolo.

Nella prima decade del ventunesimo secolo, il medio oriente era la preoccupazione maggiore per il pianeta. Le tensioni aumentarono quando l'Iran, la Siria, la Giordania e l'Afghanistan formarono l'Alleanza Medio Orientale, un corpo politico per la riunione del mondo islamico. Poco dopo, le elezioni democratiche in Iraq fecero perdere il controllo statunitense sul paese, e l'Iraq si aggiunse all'Alleanza Medio Orientale insieme al Pakistan e al Libano. Nel panico, Israele entrò nell'Unione Europea, auto-imponendosi così ad allinearsi alle rigide leggi europee sui diritti umani e l'uso della forza. La sua presenza militare nella regione diminuì significativamente negli anni.

Comunque sia, nel passaggio dal 2009 al 2010, l'attenzione si trasferì dal medio oriente al crescente potere della Cina. La Repubblica del Popolo ha minacciato per anni i propri vicini, ma nel Dicembre del 2010, dopo decenni di promesse, Taiwan venne finalmente conquistata con un'invasione militare su vasta scala. Le Nazioni Unite minacciarono di intervenire. La comunità internazionale discusse a lungo la questione, ma non fece nulla.

La Seconda Guerra Fredda fra Stati Uniti e Cina cominciò quando quest'ultima si impadronì della Corea del Nord e del Sud nel 2012, dopo che degli agenti segreti erano riusciti a disarmare l'intero arsenale atomico nord coreano. I soldati ben addestrati ed equipaggiati dell'Esercito del Popolo soverchiarono in numero le divisioni Coreane; occuparono entrambi i paesi prima che i Coreani riuscissero a ricevere aiuto dall'oltremare. Questa mossa attrasse ancora più le ire dalle Nazioni Unite e raffreddò le relazioni diplomatiche tra Cina e Russia per i decenni successivi.

Le tensioni in giro per il mondo rimasero alte durante la Seconda Guerra Fredda, con ribellioni all'ordine del giorno nei territori cinesi appena annessi. Ma alla fine nè la Cina, nè gli Stati Uniti erano pronti per una guerra nucleare.

La guerra tecnicamente terminò alla fine del 2031, quando l'economia statunitense crollò sotto il peso schiacciante delle spese militari e degli interessi sul debito pubblico che diventarono maggiori del PIL nazionale. Intanto, essendo diventata decisamente più liberale negli anni della Guerra Fredda, la Cina prese il posto di leader mondiale. Ma la sete di potere spinse i capi di stato a grandi errori. Usarono infatti l'esercito per imporre le proprie decisioni, cercando di riportare nel paese l'oppressione stalinista del ventesimo secolo. La popolazione non approvò.

La guerra civile che ne conseguì fu qualcosa mai visto prima sulla Terra. Gli ufficiali spesso la definiscono "la figlia bastarda del Vietnam e della Prima Guerra Mondiale". Il 7 Giugno 2034 ha visto bombardamenti sulle popolazioni, esecuzioni di massa di prigionieri di guerra e attacchi nucleari su diverse città -- incluse Shangai, Seoul e Nuova Delhi. Il governo sganciò un totale di sei ordigni da 50 kilotoni su posizioni ribelli fortemente fortificate, massacrando così anche gli insediamenti civili che stavano proteggendo.

L'esercito soffrì di ammutinamenti di massa nei giorni seguenti; questa fu la prima causa che portò il governo alla sconfitta. Più di sei milioni di vite andarono perdute prima che le forze fedeli al governo si arrendessero il 15 Agosto 2036, dopo aver combattuto metro dopo metro mentre i ribelli li spingevano sulle coste dell'Oceano Indiano. Questa viene considerata la fine ufficiale della Seconda Guerra Fredda.


"Dopo la Guerra"

Repubblica Asiatica

Negli anni che seguirono, la Repubblica Cinese -- riprendendo il suo vecchio nome pre-comunista -- lentamente cedette tutti i territori occupati, inclusi quelli conquistati nei secoli precedenti, offrendo però la possibilità di scegliere fra l'indipendenza o un posto nel nuovo consiglio governativo come un'equa e rispettata parte della nuova Repubblica. Dopo aver combattuto la guerra civile dalla parte dei ribelli, Taiwan fu la prima a fondersi con la nuova Repubblica, riconciliandosi con la terraferma dopo la resa del governo comunista. Taiwan divenne presto una forza importante nel nuovo consiglio e ottenne la consegna degli ex-leader al tribunale dell'Aia per i crimini di guerra. Anche la Corea del Nord, un'altra nazione ribelle, decise di rimanere nella Repubblica, intuendo le grandi opportunità economiche. Non vennero delusi.
La ripresa dell'economia cinese è stata definita un miracolo dagli storici contemporanei. Le prime scoperte sulla nanotecnologia sono state fatte dai ricercatori cinesi, portando grossi contratti medico-industriali da tutto il mondo. Nonostante antichi rancori, altre nazioni dell'Asia dell'est lentamente si unirono alla Repubblica, che presto diventò la "Repubblica Asiatica" per onorare i nuovi membri. Anche il Giappone decise di aderire, spinta dalla crisi economica che stava vivendo a causa della guerra. La Repubblica è cresciuta in larga parte fedele ai suoi principi col ricordo della guerra civile ancora vivo nella memoria. Negli anni si è costruita la reputazione di trattare equamente tutte le nazioni annesse, e solida abbastanza da rappresentare con una voce miliardi di persone del sud-est asiatico.
Oggi, l'economia della Repubblica Asiatica non si è ancora ripresa nonostante la commercializzazione della nanotecnologia e l'olografica. Possiede ancora una forza militare potente e avanzata, addestrata con gli standard più alti di tutte le altre nazioni.


Paesi Rivoluzionari

Con la caduta degli Stati Uniti e della Cina, il Socialismo nel Sud America si indebolì negli anni successivi alla guerra. La morte economica degli USA portò ad una fonte di fervore rivoluzionario, allontanando diverse nazioni dall'influenza del capitalismo. Comunque sia, con un ambiente democratico già a metà strada in molte nazioni, l'idea di governare poteva per la prima volta essere realizzato senza corruzione. La nuova ondata propose di riunire i principi di democrazia con gli ideali Socialisti.
L'intero continente guardò con orrore il bombardamento di Shangai durante la Seconda Guerra Fredda, mandato in onda in tutto il mondo fino all'ultimo secondo. La nuova ondata soffrì un grave colpo quando la Cina cadde. In questo, tutti videro un esempio di cosa sarebbe potuto succedere alla rivoluzione se avesse preso la strada della dittatura o del totalitarismo. Non ci volle molto prima che i leader risposero.
Diversi paesi guidati dalla dittatura ricorsero immediatamente alla forza, cercando di tagliare la testa alla ribellione prima che si spargesse, causando una pessima immagine di sè verso le più grandi nazioni democratiche, in particolare Cuba, Il Brasile e l'Argentina. Improvvisamente gli ultimi re del Sud America rimasero senza alleanze.
Uno ad uno, si inchinarono alle pressioni del popolo e furono sostituiti da governi eletti. La rivoluzione accelerò invece di frenare; venne incoraggiato un maggior commercio, una migliore integrazione, e addirittura seguirono l'esempio dell'Europa con i suoi confini aperti. Una nuova rete di infrastrutture si rafforzò lungo il continente lanciando l'economia e rendendo più efficiente l'uso del terreno agricolo.
Oggi, le nazioni si sono unite così tanto che sono meglio conosciute come un corpo unico: i Paesi Rivoluzionari. Un unico governo rappresenta l'intero continente, e gestisce un impero economico secondo soltanto alla Grande Unione Europea. L'esercito è piccolo, ma possiede equipaggiamento all'avanguardia. L'addestramento non è eccezionale.


Americhe Unite

Quando l'economia americana cominciò a sgretolarsi alla fine del 2020, molte persone abbandonarono il paese per le verdi pianure del Canada e, ironicamente, del Messico. Il valore del dollaro piombò a valori senza precedenti, impoverendo milioni di persone finché il prezzo non venne fissato dalla IMF e dalla comunità internazionale delle banche. Il paese venne sottoposto a un brutale piano di rilancio, che richiedeva la svendita di metà del proprio arsenale bellico. Per ripagare il debito di sedici mila-miliardi di dollari, gli interessi vennero bloccati e le esportazioni puntarono sulla tecnologia e sui beni di lusso. La ristrutturazione della NASA, combinata con un prototipo funzionante di velivolo spaziale, fece diventare il viaggio extra-planetario una fonte di guadagno per gli Stati Uniti. Cape Canaveral cominciò a offrire lanci spaziali a prezzi bassissimi, prima col prototipo, poi con un avanzato progetto di velivolo spaziale. Questo aiutò significativamente il paese a sollevarsi dalla crisi.
La cooperazione fra i paesi del Nord America iniziò con l'aiuto finanziario del Canada e del Messico, che videro crollare le loro esportazioni verso gli USA e decisero di aiutare il loro più importante partner finanziario. Il crescente numero di espatriati servì a rinfrancare i legami. Poi, durante una svolta politica inattesa nel 2042, il Messico elesse uno di questi espatriati, Esteban Villa-Lobos Garcia, come presidente.
La votazione fu aspramente contestata. Comunque sia, l'elezione venne confermata attraverso due ricorsi e il presidente assunse i suoi poteri nel Luglio del 2042. Successivamente il suo carisma avvicinò la maggior parte del paese alle sue idee; fu allora che propose il Piano del Domani.
Secondo il piano, il Messico, il Canada e gli USA si sarebbero dovuti unire in un'unica nazione risvegliando il superpotere Nord Americano. In una serie di votazioni controverse, la maggioranza di tutte le nazioni scelse di supportare il Piano del Domani; 52% negli USA, 64% in Canada, e 71% in Messico. La fusione fu finalizzata nel 2050, creando le Americhe Unite dai poteri dominanti del Nuovo Mondo. La crescente industria aerospaziale si sparse velocemente attraverso il nuovo paese, e a parte qualche intoppo lungo il cammino, il Nord America sfrecciò verso la ripresa.
Oggi, il debito delle AU è sceso da sedici a due mila-miliardi, e gli standard di vita sono quasi tornati a quelli prima del crack finanziario. Le AU hanno il programma aerospaziale più evoluto del pianeta; la NASA gestisce il 70% dei lanci spaziali commerciali del globo. Esporta una vasta gamma di beni a molte altre nazioni e si stima che ritornerà in attivo in meno di tre anni. Militarmente, le AU sono le più deboli di tutte le meganazioni. Ha solo un piccolo esercito di volontari e un budget limitato per la difesa come imposto dalla IMF. Comunque sia, le truppe delle AU sono altamente addestrate e capaci di raggiungere qualsiasi punto del paese nel giro di due ore.


Grande Unione Europea

Lentamente ma inesorabilmente, l'Unione Europea ha allargato i propri confini anno dopo anno. Per prima cosa si mosse verso il medio oriente quando accettò Israele come membro associato nel 2011, poi promosse sia Israele che la Turchia a membri definitivi nel 2017. Diverse isole sull'Atlantico furono poi annesse nella stessa risoluzione, diventando l'UE più estesa del ventunesimo secolo.
A seguito della controversa entrata di Israele, l'UE varò leggi più severe sui diritti umani, libertà di religione e separazione fra stato e chiesa. Fu anche la prima superpotenza occidentale a riconoscere ufficialmente l'Alleanza Medio Orientale, creando solide relazioni -- nonostante le proteste statunitensi -- nella speranza di ridurre le divergenze culturali e la minaccia del terrorismo. In larga parte fu un successo.
Nel 2028, la Groenlandia -- dopo essersi rafforzata grazie all'immigrazione dagli Stati Uniti -- dichiarò formalmente la sua indipendenza dalla Danimarca. Non venne combattuta nessuna battaglia; il governo Danese riconobbe l'indipendenza pressato dalle forze politiche dei paesi dell'Europa. Nei mesi seguenti, la Groenlandia considerò di scegliere il protettorato statunitense, ma riconsiderò l'idea in favore dell'UE. Questo, così come l'inclusione di diverse isole sull'Atlantico, spinse l'UE a cambiare il proprio nome in 'Grande Unione Europea'.
Dopo la conclusione della Seconda Guerra Fredda, la GUE è sempre stata in prima linea sul fronte politico. E' stata l'unica nazione occidentale ad assecondare l'Alleanza Medio Orientale sul 'no' all'intromissione delle vecchie Nazioni Unite, dopo il suo completo fallimento nel gestire la crisi Cinese che la portò alla guerra civile. La GUE supportò l'Alleanza anche negli sforzi per creare le nuove NU, in grado di rappresentare equamente tutte le nazioni, e con sufficiente coerenza da ubbidire ai principi su cui furono fondate.
Oggi, la GUE è la forza economica e politica più forte del pianeta. Comunque sia, la sua vasta burocrazia e l'alto numero di membri -- membri che non sempre sono d'accordo fra loro -- rendono estremamente lente le manovre di tutti i giorni. La forza militare è grande, ma poco integrata, con diversi eserciti legati alla lingua e alle tradizioni dei propri paesi d'origine. La cooperazione militare è difficile e macchinosa. La GUE ha anche il contingente più numeroso nelle Nazioni Unite, ma viene usato solo per missioni di peacekeeping. Se la forza militare della GUE è ancora ai vertici è fonte tutt'oggi di grandi dibattiti a Bruxelles, e pare che una decisione sia ancora lontana.


Alleanza Medio Orientale

La crescita dell'Alleanza Medio Orientale fu una sorpresa per tutti, anche per gli stessi personaggi coinvolti. Venne concepita al solo scopo di indebolire l'influenza occidentale sul medio oriente. I principali fautori e i primi a farne parte -- l'Iran, la Siria, la Giordania e l'Afghanistan -- non hanno mai sperato che potesse durare più di una decina d'anni, passati i quali si sarebbe dovuta spezzare sotto il peso delle proprie differenze.
La Seconda Guerra Fredda cambiò tutto. La Repubblica del Popolo Cinese non era più un alleato contro l'occidente; divenne una minaccia crescente che volgeva lo sguardo sul Nepal, parte dell'India, ed eventualmente anche su stati sovrani ai confini occidentali del paese. Il Pakistan, il Tajikistan e il Kyrgyzstan corsero fra le braccia dell'Alleanza per cercare protezione. Il subcontinente arabo aderì poco dopo, cercando di espandere la propria influenza politica più a ovest. Senza nemmeno rendersene conto, formarono un potente blocco che copriva circa tutto il medio oriente. La loro posizione era troppo forte per sbriciolarsi.
L'Alleanza, poi riconosciuta dall'Unione Europea, entrò nel quadro internazionale col coltello fra i denti. Avevano infatti le mani sulle ultime risorse petrolifere del pianeta, e avevano intenzione di sfruttare la situazione.
La forza economica dell'Alleanza crebbe anche fuori dalle riserve di petrolio. Molte industrie farmaceutiche si trasferirono nel medio oriente, l'unico posto dove si potesse trovare petrolio in abbondanza e a prezzi ragionevoli. Questo, insieme alle altre applicazioni del petrolio grezzo, permise al medio oriente di sopravvivere alla 'Rivoluzione Nucleare' russa e la successiva migrazione globale all'energia nucleare. Continuò la sua espansione con l'Egitto, l'Uzbekistan, il Turkmenistan, e alcuni paesi africani attorno al Mar Rosso. Le guerre che flagellavano la regione attorno al Mar Rosso vennero sedate non appena l'Alleanza spostò le sue truppe nell'area per proteggere i propri alleati africani.
Oggigiorno il medio oriente è ancora governato da personalità singole -- Sultani, Emiri, Presidenti e Generali -- ma il loro potere personale viene tenuto sotto controllo dal resto dell'Alleanza, che non vuole ci siano dei colleghi che escono troppo dalle righe. Il dissenso politico viene tollerato grazie alle pressioni dell'Unione Europea e altre nazioni, ma nel 2084 solo pochi membri dell'Alleanza hanno governi pienamente democratici.
L'esercito dell'Alleanza è vasto e veloce. E' uno dei più addestrati e meglio equipaggiati del pianeta, e si basa sulle regole d'ingaggio più permissive sia degli USA che della Repubblica Asiatica. La loro clausola di 'perdite civili accettabili' è stata fonte di grandi critiche sul panorama internazionale, ma l'Alleanza l'ha testardamente mantenuta.


Nuova Africa

Nata dalla violenza, la Nuova Africa ha trovato la sua unificazione nella separazione. Si trascinò per trent'anni nel ventunesimo secolo, come stava già facendo da tempo, con le sue guerre civili, pulizie etniche e atrocità oltre ogni misura. Tutto questo finché diverse nazioni dell'Africa centrale non intrapresero un grosso progetto nel 2039 nato per spezzare i noti cartelli dei diamanti e sequestrarne i profitti per progetti nazionali a lungo termine.
Questo risultò in un massacro economico e militare. Le Nazioni Unite cercarono in vari modi di fermare le violenze senza però ottenere nulla. Comunque sia, alla lega delle nazioni se ne aggiunsero altre, stanche di essere sfruttate dall'occidente, e dopo molti anni di battaglie riuscirono ad abbattere tutti i cartelli. Questo li lasciò con alcune delle più grandi e avanzate miniere d'oro e di diamanti; divennero così i più grandi fornitori di diamanti naturali del mondo. Inoltre diede loro una nuova consapevolezza di cosa potessero fare insieme. Il nucleo della Nuova Africa stava nascendo.
Tutte le nazioni coinvolte nella guerra ai cartelli, con l'eccezione di quelle fedeli al Commonwealth Oceanico e all'Alleanza Medio Orientale, iniziarono a lavorare insieme prendendo ad esempio il Sud Africa per costruire una rete stradale capace di sostenere il commercio su gomma. Permise anche una migliore distribuzione del cibo. Nei trent'anni successivi, la Nuova Africa scacciò completamente la fame dai propri confini, migliorò la convivenza fra le etnie sedando il desiderio di indipendenza, e portò la sanità pubblica alla portata di tutti. Inoltre, trovò anche nuovi beni da esportare con una produzione sostenibile di legno e frutta. La nuova cooperazione rese possibile per la prima volta la stipulazione di un accordo sui prezzi; come i Paesi Rivoluzionari, anche la Nuova Africa costrinse il resto del mondo a pagare una cifra equa per tutti i beni e i servizi.
Oggi, la Nuova Africa economicamente è ancora la più debole di tutte le superpotenze, ma sta crescendo in fretta. Ha un grande e motivato esercito, ma le truppe sono male equipaggiate, armate principalmente con reliquie degli USA o addirittura fucili sovietici del secolo precedente. Ha anche grosse difficoltà a raggiungere posizioni remote a causa di un equipaggiamento scadente e dell'asperità del territorio. Nella maggior parte dei casi il massimo che la Nuova Africa può fare è localizzare un UFO con una delle sue innumerevoli pattuglie sparse sul territorio per combattere il contrabbando.


Russia

Ci vollero decenni prima che la Russia potesse riprendersi dalla caduta dell'Unione Sovietica, e dai relativi danni al sistema economico Sovietico. Le questioni ancora aperte nella prima parte del ventunesimo secolo erano le costanti ribellioni sul fronte Ceceno, l'impegno nella riunificazione degli stati ex URSS e la speranza di riprendersi la posizione di superpotenze che le spettava.
Le cose cominciarono a mettersi meglio quando l'allora primo ministro Yevgeny Karamazov concesse la piena indipendenza alla Cecenia nel 2047. Mentre la nuova Repubblica Cecena implose in una serie di violenze per il controllo del paese, la Russia rimase in disparte cercando di risolvere i problemi interni, abbandonando la Cecenia a se stessa -- e alle nuove Nazioni Unite che cercarono fin da subito di prendere il controllo della situazione. Sfortunatamente questo non accadde in breve tempo, e poco dopo la Cecenia decise di ritornare sotto l'egida della Russia.
La salvezza economica per la Russia -- specialmente quando le riserve medio orientali di petrolio diminuirono -- iniziò con l'estrazione di petrolio dai propri pozzi situati in Siberia, con nuovi equipaggiamenti capaci di operare anche durante il rigido inverno, e successivamente con la costruzione di una nuova serie di centrali atomiche. La Russia Investì pesantemente nella ricerca per costruire nuove centrali più piccole, sicure e sostenibili. Questo portò alla sostituzione dell'uranio col torio come combustibile per tutte le centrali russe, e un nuovo progetto avanzato basato sulla tecnologia dell'amplificatore energetico, un nuovo tipo di reattore a fissione costruito per la prima volta vicino a Roma dal 2004 al 2011. Due dei nuovi reattori consumavano perfino il plutonio delle vecchie armi atomiche smantellate e delle scorie di centrali atomiche più vecchie.
Allora, dopo otto anni dall'indipendenza Cecena, la 'rivoluzione nucleare' russa subì un'accelerazione con l'invenzione del postprocessore, il quale era capace di convertire il 90% delle scorie di un amplificatore energetico in materiale non radioattivo nel giro di settimane invece di secoli. La Russia pose fine all'annoso problema della crisi energetica in poco tempo; la fissione nucleare divenne sicura, relativamente pulita, e le scorte globali di torio sarebbero bastate fino al 3000.
Oggi, molte repubbliche ex-sovietiche si sono riunite alla Russia, seguendo l'esempio di altre grandi nazioni, allo scopo di approfittare della nuova tecnologia nucleare e l'esportazione di elettricità che sono ormai i maggiori prodotti esportati dalla Russia. La rivoluzione nucleare continua ancora oggi col graduale sviluppo della fusione atomica. Nonostante la sua economia sia ancora claudicante, il paese è in una situazione di stabilità. L'esercito è equipaggiato con armamenti antiquati, ma i soldati sono altamente addestrati, ben disciplinati e numerosi.


Commonwealth Oceanico

Il Commonwealth delle Nazioni, un'organizzazione politica formata dalla maggior parte dei paesi del vecchio Impero Britannico, perse gran parte del suo potere durante la Seconda Guerra Fredda. Prima il Pakistan tagliò i suoi legami col Commonwealth aderendo all'Alleanza Medio Orientale. Poi, quando l'economia statunitense crollò, l'Inghilterra e il Canada cominciarono a preoccuparsi più delle questioni interne. Nel 2030, ne erano membri solo di nome.
Il crescente potere della Cina durante la guerra portò ad un lievitamento del budget militare sia per l'India che per l'Australia, budget che mise a dura prova l'economia dei paesi. Quindi, nel 2035, l'India divenne uno dei campi di battaglia della guerra civile cinese. Le truppe indiane vennero sconfitte in brevi ma sanguinose battaglie, e il territorio venne saccheggiato mentre i ribelli venivano inseguiti.
l'Australia intervenì con assalti su larga scala con l'aiuto dei membri del Commonwealth sud africani. Dopo settimane di intensi scontri, le divisioni australiane riuscirono a congiungersi con le forze ribelli cinesi e i reggimenti indiani sopravvissuti. Insieme riuscirono a sconfiggere l'esercito governativo che si arrese nel 2036.
Il prezzo fu altissimo. Le parti conquistate dell'India erano terre devastate, il paese non aveva più un governo dopo il bombardamento di Nuova Delhi, e la carestia si stava spargendo fra la popolazione. Cominciò a cedere grosse fette di territorio ad altre nazioni e concesse l'indipendenza a diverse altre. Le restanti nazioni del Commonwealth cercarono di ricostruire la vecchia India, ma molti abbandonarono il progetto in favore di altre superpotenze emergenti.
La ricostruzione dell'India portò alla riunificazione del Commonwealth in una grande nazione. Avvantaggiandosi della propria posizione geografica attorno all'Oceano Indiano e al Sud Pacifico, proposero delle tasse strategiche sulla navigazione attraverso le loro acque. Le navi del Commonwealth ne erano esenti, e questo favorì lo sviluppo. Più tardi, con la sconfitta dei cartelli dei diamanti in Africa, il Commonwealth si impadronì di diverse miniere abbandonate dentro i propri confini.
Oggigiorno, il Commonwealth delle Nazioni è meglio conosciuto come il 'Commonwealth Oceanico' o semplicemente 'Oceania'. Dalla sua formazione, accettò anche diversi paesi non appartenenti al vecchio Commonwealth, come il Madagascar, lo Zimbabwe e l'Indonesia, estendendo il controllo sulle acque dell'Oceania. Anche se non può competere economicamente con le altre superpotenze, si è comunque ricavata una piccola nicchia in cui riesce però a prosperare.
Il potere militare dell'Oceania consiste principalmente nella flotta. L'esercito di terra è minuscolo se comparato con quello delle altre potenze ad eccezione delle Americhe Unite, e serve solo per scopi di difesa con un equipaggiamento e un addestramento non eccelso. Comunque sia, può rispondere velocemente a situazioni di emergenza.

techtree entry

tech news_initial_political_situation
{
	type news
	name "_Political situation before the invasion"
	description "_news_initial_political_situation_txt"
	up_chapter news

	requires_AND { initialaaa }
	time 0
}

"PHALANX e le Conseguenze di Mumbai"

Il "Progetto PHALANX" venne inizialmente concepito dal dipartimento alla difesa degli Stati Uniti nel 1955, dopo la crescente preoccupazione dovuta all'elevato numero di avvistamenti UFO nel mondo. La possibilità di un'invasione aliena preoccupò parecchio i politici, già abbastanza innervositi dal potere nucleare dell'URSS. L'esistenza di forze ostili extraterrestri nell'universo sembrava molto improbabile, ancora di più che queste forze attaccassero proprio la Terra -- ma potevano permettersi gli Stati Uniti di correre il rischio?

Chi propose il progetto spese più di due anni nel cercare appoggi ai livelli più alti. Finalmente, nel 1957, PHALANX ottenne il suo primo stanziamento economico. Una parte significante dei 'soldi neri' di quell'anno vennero spesi nella costruzione di una avanzata base sotterranea nel deserto del Nevada da qualche parte nel territorio della base aeronautica di Nellis. Il complesso venne chiamato "Comando delle Operazioni nel Pacifico PHALANX", venne fornito del migliore equipaggiamento allora disponibile e il personale venne addestrato per fronteggiare al meglio un'eventuale incursione aliena su territorio statunitense.

Il progetto fu un successo e sviluppò tecnologie rivoluzionarie producendo prototipi funzionanti di oggetti mai visti prima sul pianeta. Per la sua natura, PHALANX fu oggetto di parecchi scontri sul terreno del budget, ma i suoi successi nel reparto della R&S diede una ragione per continuare.

Comunque sia, il mondo andò avanti mentre PHALANX si stava preparando per un eventualità che non si manifestava. Il Vietnam vide un innalzamento delle spese militari, e nessuna di queste furono destinate a PHALANX o a progetti simili. Nonostante le richieste di maggiori fondi, l'Alto Comando liquidò le richieste lasciando aperto il progetto solo per i suoi sforzi nella ricerca. Tutti i fondi rimanenti vennero impiegati per mantenere il vecchio equipaggiamento e i laboratori.

PHALANX non si riprese mai dalla guerra. Non riottenne mai i fondi degli anni '50; il periodo d'oro erano finito. Fornirono nuova tecnologia alla Guerra del Golfo, ottennero maggiori introiti durante i primi anni del ventunesimo secolo dovuti all'innalzamento delle spese belliche, ma dopo questi brevi periodi, il progetto ricadde nell'oblio.

La Seconda Guerra Fredda diede il colpo di grazia al progetto. I suoi comandanti riuscirono a trascinarlo avanti senza neppure avere i soldi per mantenere i velivoli in aria, ma nemmeno l'invenzione della seta artificiale riuscì a salvarli dal crack finanziario USA. Tutti i programmi militari non strettamente necessari vennero depennati e PHALANX venne ufficialmente chiuso nel 2027. Mancavano cinque mesi al settantesimo anniversario. Lo staff venne licenziato, la base smantellata, l'equipaggiamento imballato e gettato nei magazzini. Il progetto venne presto dimenticato.

Finchè non venne riscoperto il 9 Marzo 2084 quasi per caso da un diplomatico spulciando vecchi archivi.

Gli orrori degli eventi di Mumbai sconvolsero il mondo. L'esistenza di forme di vita aliena nell'universo non era più una questione di fede. Non solo esisteva, ma era addirittura entrata in contatto nel peggiore dei modi. Il massacro era troppo grande per essere tenuto segreto dai governi della Terra. Le immagini delle strade fumanti e coperte di sangue fecero il giro del mondo. Gli alieni non lasciarono altre prove della loro visita; diligentemente recuperarono i cadaveri e raccolsero ogni frammento di tecnologia prima di andarsene.

Il panico si sparse come un incendio, e le cose andarono anche peggio quando si sparse la notizia di Bonn, Johannesburg e Bangkok. Il mondo sapeva di essere stato visitato, e cominciava a capire di essere sotto attacco.

Serviva urgentemente una soluzione. Le Nazioni Unite rimasero a colloquio per più di una settimana. I progetti venivano acclamati e cestinati alla velocità della luce. Il mondo era completamente indifeso contro l'invasione aliena, sia militarmente che psicologicamente. Nessuno era pronto per una tale evenienza. Questo era proprio lo scenario di terrore previsto in qualche ufficio ora polveroso. Intanto la popolazione cercava risposte a cui nessuno sapeva rispondere, e provvedimenti che nessuno sapeva prendere.

Le Nazioni Unite presero solo alcuni accorgimenti; fecero evacuare le Stazioni Spaziali Internazionali 1 e 2, così come la colonia permanente sulla luna. Tutte le missioni per Marte vennero annullate. Per tutte le questioni importanti invece, le Nazioni Unite erano a un punto morto. Alcuni paesi volevano costruire imponenti basi di difesa orbitanti, altri chiedevano di poter usare missili nucleari contro gli UFO. Altri ancora pretendevano soluzioni ancora più irragionevoli. La situazione peggiorava di giorno in giorno, finché a un anziano diplomatico non tornò in mente il progetto PHALANX.

Dopo aver ottenuto pieno accesso ai file statunitensi, le Nazioni Unite furono colpite nello scoprire piani, progetti, equipaggiamento e manuali d'addestramento; una dettagliata risposta ad un'invasione su vasta scala. Decisero immediatamente di ristabilire PHALANX ed equipaggiarlo per difendere la Terra dalla minaccia aliena. Comunque sia, tutti quelli che facevano parte di PHALANX erano morti o stavano morendo. C'era bisogno di un nuovo staff.

Con voto unanime, si decise di mantenere il progetto segreto, conosciuto solo dai politici ed esponenti militari più importanti del mondo. La popolazione venne tranquillizzata con cortine di fumo e bugie mentre un manipolo di operativi da tutto il globo si adoperava per riattivare PHALANX e renderlo pronto per la battaglia. Il vecchio equipaggiamento venne rintracciato e recuperato mentre le armi venivano riassemblate per l'uso. Con l'appoggio segreto di tutte e otto le superpotenze, il progetto venne sovvenzionato sia economicamente che logisticamente.

Mancava solo il leader.