Translation:Alien origins txt/it

From UFO:AI
Jump to: navigation, search

Voce UFOpedia

Proposta

A: Comandante in Capo, PHALANX, Comando Operazioni Atlantiche

DA: Col. Ingrid Falkland, Divisione Servizi Segreti, PHALANX, Comando Operazioni Atlantiche

DATA: %02i %s %i

Ogg: Proposta: Le Origini degli Alieni


Buongiorno, Signore

Benché ci stiamo ancora organizzando per diventare operativi, uno dei nostri primi ordini deve essere quello di scoprire da dove vengono gli alieni. L'unica cosa che sappiamo ora è che entrano nell'atmosfera dallo spazio, fanno quello che devono fare, e poi scappano in orbita di nuovo prima di scomparire dalla scena. Dobbiamo scoprire cosa succede prima e dopo questi punti. Da dove vengono, come fanno ad arrivare, e dove vanno?

Non ho visto alcuna prova di navi in orbita attorno alla Terra o basi da nessuna parte nel sistema solare, ma ciò non significa che non ce ne siano. La regione della catena di asteroidi o dei pianeti esterni -- Lo spazio fra Marte e Nettuno -- È stata poco esplorata da un punto di vista militare e, date le capacità di nascondersi dimostrate dagli UFO che attaccano, una flotta aliena potrebbe essere stata male identificata o semplicemente non registrata dall'attrezzatura civile. Non c'è stato nessuno sforzo concreto nell'analizzare la superficie dei vari oggetti celesti adatti alla costruzione di basi nel nostro sistema solare.

Per questi motivi, propongo un nuovo programma di ricerca mirato al rastrellamento del sistema solare con sonde e potenti telescopi ottici o radiotelescopi per trovare attività aliene da qualche parte nello spazio. I nostri scienziati analizzeranno anche i dati che abbiamo sulle passate incursioni e cercheranno di mettere insieme un qualche schema dei movimenti alieni dalla o verso l'orbita terrestre. Anche se ci fosse una flotta che si nasconde dietro a Marte, o uno dei pianeti esterni, devono comunque esporsi se continuano a spedire UFO sulla superficie della Terra. Se puntiamo abbastanza occhi sul problema, anche questi alieni non potranno nascondersi per molto.

Questo progetto prenderà un significativo ammontare di fondi e di tempo, Comandante, quindi richiediamo la sua autorizzazione prima di cominciare a lavorare.

Distinti saluti,

Col. Falkland


Esito

A: Comandante in Capo, PHALANX, Comando Operazioni Atlantiche

DA: Col. Ingrid Falkland, Divisione Servizi Segreti, PHALANX, Comando Operazioni Atlantiche

DATA: %02i %s %i

Ogg: Re: Le Origini degli Alieni


Buongiorno, Signore

Ho qui i risultati del nostro progetto sulle Origini degli Alieni e credo li troverà incoraggianti. Ecco un riassunto dei dati.

Il progetto in generale è stato un clamoroso successo di investigazione e cooperazione. Per brevi periodi negli ultimi giorni, abbiamo avuto un controllo diretto su ogni mezzo esplorativo civile o militare del sistema solare, incluse diverse installazioni sulla catena di asteroidi così segrete che le Nazioni Unite ci hanno costretti a giurare di non diffondere la notizia. Le nostre sonde nello spazio profondo hanno esplorato ogni centimetro di superficie tangibile per localizzare una qualsiasi traccia di base aliena. Con queste risorse a nostra disposizione, abbiamo realizzato una rilevamento di circa il 90% del sistema solare nelle due settimane passate. Il restante 10% è stato scoperto in non più di quaranta minuti alla volta.

Sfortunatamente -- A seconda di come si consideri la parola "sfortunatamente" -- Non abbiamo trovato tracce di flotte aliene che si nascondono nel sistema solare. Ma siamo convinti che questi risultati siano tutto fuorché definitivi. Non possiamo essere sicuri in alcun modo che le nostre conclusioni siano corrette, ma faccio la seguente affermazione in via del tutto confidenziale:

Crediamo che non ci siano navi aliene o basi nel nostro sistema solare in questo momento.

Questo risponde a una delle nostre domande, ma non ci porta a capire da dove vengano gli alieni o come facciano ad arrivare fino a qui. Infatti, la domanda di come arrivino qui diventa un enigma ancora più grande. Se gli alieni non sono stanziati nel nostro sistema solare, come fanno a spedire gli UFO sulla Terra?

Ho parlato a lungo col C.te Navarre e i membri della sua squadra della questione, cercando di capire, e la maggior parte delle nostre teorie sembrano speculazioni perfino a noi stessi. Comunque sia, la sorte ci ha dato la prova che cercavamo.

Avevamo poca fortuna con il problema del "come" e del "dove" finché non abbiamo messo le mani sulle registrazioni della scorsa settimana del telescopio spaziale MIMIR. Guardando i video, abbiamo realizzato che l'allineamento del MIMIR ha accidentalmente catturato su nastro uno degli arrivi degli UFO. Abbiamo le registrazioni complete nello spettro del visibile e degli infrarossi di una grande, sconosciuta classe di UFO che è "comparsa" a circa 10.000 chilometri dalla Terra, da dove ha acceso i suoi motori e ha impostato la rotta sul pianeta.

E' possibile che gli alieni abbiano un qualche tipo di tecnologia di "mascheramento" che ci ha impedito di rintracciare l'UFO oltre quella distanza, ma abbiamo seri dubbi su questo; L'apparizione è stata del tutto improvvisa, accompagnata da una scarica di raggi gamma e una momentanea anomalia del campo gravitazionale. Non c'è la minima traccia dell'esistenza dell'UFO prima della sua comparsa a 10.000 chilometri dalla Terra.

La conclusione più probabile è anche quella più spaventosa: Gli alieni non hanno bisogno di trovarsi nel nostro sistema solare, perché hanno un mezzo di trasporto più veloce della luce. Apparentemente questo dispositivo PVL (Più Veloce della Luce) permette loro di "saltare" nel nostro sistema da una distanza ben superiore al nostro raggio di ricognizione. Non sappiamo come possa essere possibile, visto che questo vìola chiaramente uno o più dei concetti di relatività generale (ad esempio la causalità e/o la relatività ristretta), che rimane il modello fisico più accurato che abbiamo. Gli alieni sanno qualcosa che noi non sappiamo.

La nostra priorità deve essere la cattura di un UFO con equipaggiamento PVL così da poterlo studiare e adattare ai nostri velivoli. Ovviamente, questa non sarà un'operazione facile, ma sviluppare l'abilità di contrattaccare è importante -- Casomai avessimo bisogno di porre fine a questa guerra col metodo della forza.

Ovviamente, la decisione finale di come bilanciare la nostra difesa nel breve periodo e l'attacco nel lungo periodo dipende da lei, Comandante.


Distinti saluti,

Col. Falkland

Research Tree Data

(This information for reference only; Do not translate or include in-game.)

Prerequisites: None

Opens: The Alien Strategy Higher chance to detect UFOs on radar